“Bertinato” vs Ternana: 2-1

Contro vento si può andare…” e non vado oltre perché un pizzico di buona educazione sono riuscito a conservarla, ma, di certo, la partita contro il Venezia ha messo a dura prova la mia lucidità mentale.

Joel Pohjanpalo è stato la spina nel fianco della Ternana, con le sue incursioni, la caparbietà e la precisione con cui ha siglato la doppietta che ha assegnato i tre punti al Venezia, ma Bruno Oliveira Bertinato è stato colui che ha realmente condannato le Fere alla sconfitta.

Bruno Oliveira Bertinato (Foto di notizieplus.it)

Un portiere non titolare che si è speso in modo impagabile, con gesti atletici e reazioni istintive impensabili da chiunque e, così facendo, è riuscito a negare più e più volte il gol del pareggio ai rossoverdi.

Sicuramente Aurelio Andreazzoli non se l’aspettava così la sua prima partita sulla panchina della Ternana, soprattutto andando a giocare in casa della diciannovesima, al momento diciassettesima, ma, come lui stesso ha detto: la Ternana ha espresso un buon gioco, ha trovato un portiere nella sua “giornata di grazia” e, in ultimo, non c’è stato il tempo necessario perché il nuovo Mister delle Fere potesse trasmettere le sue idee alla squadra.

Giustamente non c’è rammarico per questa sconfitta, se non per il fatto di non esser riusciti a dare una gioia ai tifosi che hanno seguito la Ternana anche in quel di Venezia, continuando a macinare chilometri e tenendo alto il morale della squadra.

Dalle parole del nuovo Mister si capisce che c’è da lavorare molto, ma anche che le aspettative sono molto alte, dopo aver visto in campo le potenzialità dell’organico rossoverde.

Oggi il mio applauso va indistintamente a tutta la squadra, a prescindere dagli errori commessi, ma il mio personalissimo elogio voglio rivolgerlo al Folletto delle Fere che, con un’immensa dose di coraggio, ha siglato il gol del momentaneo pareggio con uno splendido “cucchiaio”!

Le Pagelle di Corridore:

IANNARILLI: determinante in almeno tre occasioni, nulla può sui goal; 7

DIAKITE: dinamismo, corsa, spesso si fa trovare troppo alto e da spazio alle ripartenze venete; 6

SORENSEN: in difficoltà in più di una occasione sui rapidi attaccanti avversari, poi gestisce con l’esperienza; 6

MANTOVANI: si perde l’autore dei due goal sul 2-1, per il resto buona gara e un paio di interventi risolutivi; 6

CORRADO: bene in proposizione offensiva, male in copertura, errore sul primo goal; 5,5

COULIBALY: tempestivo nell’interdizione, sbaglia svariati passaggi, ancora a corto di condizione; 5,5

DI TACCHIO: buona gara, grande attenzione, ottimo in copertura, un paio di verticalizzazioni adeguate; 6,5

CASSATA: gara tra acuti e qualche errore, complessivamente sufficiente; 6

FALLETTI: siamo sulla strada buona ma ancora non al

Top: la perla il calcio di rigore alla “Totti”; 6,5

PARTIPILO: tanto movimento, due grandi occasioni cui si è opposto miracolosamente il portiere, è tornato quello di sempre; 7

PETTINARI: due occasioni in rapida successione, poi qualche movimento ma nulla di più; 6

PAGHERA: grande intensità, un buon assist; 6,5

ROVAGLIA: tanto movimento, mai pericoloso; 6

AGAZZI: bene, molto bene e una grande occasione sventata dal portiere dei lagunari; 7

MORO: non incide; SV

CAPANNI: entra subito in partita e sfiora il goal con una straordinaria conclusione; 7

“””

ANDREAZZOLI: non si può giudicare la sua prova dopo un solo allenamento di rifinitura, ottime le sue dichiarazioni post partita; 7

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cookie Policy - Privacy Policy - Disclaimer

iTerni.it
Cod. Fiscale: SNTMSM73B27H501E

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.