Forza Ternana: il primo passo è fatto!

La volontà di far bene c’è stata, nonostante qualche imprecisione, forse un po’ di timore e qualche errore individuale di troppo, ma le Fere hanno cominciato, finalmente, a credere nelle loro capacità ed in ciò che possono fare.

Un primo tempo in cui il primo assalto del Monza lascia sbigottiti tutti quanti, grazie ad un bel gol di Mota, calciato da fuori area e piazzato sotto il set.

Di certo una rete imprendibile per l’ormai abituale “Best Player of the matchIannarilli, ma la partita è solamente alle battute iniziali… troppo presto per demoralizzarsi.

La Ternana prova a reagire ed, eccezion fatta per l’azione del pareggio temporaneo, poi annullato dall’arbitro, le Fere risultano meno incisive di un Monza che appare più padrone del campo, ad ogni minuto che passa.

Il primo tempo, tra i palloni spediti fuori dallo specchio della porta rosso-verde, dagli stessi attaccanti lombardi, e gli interventi impeccabili dell’estremo difensore della Ternana, si è concluso col singolo vantaggio per i padroni di casa e, di certo, con il cuore messo a dura prova, per i tifosi umbri.

Foto di Monza-news.it

La seconda parte del match, invece, ha tutto un altro sapore, sin dai primi attimi, tanto da apparire come un incontro equilibrato, nonostante le conclusioni del Monza siano state oggettivamente più pericolose.

Il ritorno di Marino Defendi si è fatta sentire senza dubbio, e le sostituzioni, a secondo tempo inoltrato, sono state tutte ben pensate dal Mister nel carro armato.

La Ternana ha incalzato e tentato di riagguantare il match fino all’ultimo istante di gioco e questo è avvenuto sotto gli occhi di tutti, tanto da essere palesemente riconosciuto anche dai commentatori dell’incontro.

Correre fino all’ultimo secondo, sudare fino al fischio finale e crederci fino a quando l’arbitro decreterà la fine delle ostilità“, questa è la filosofia che Mister Lucarelli ha predicato sin dal giorno del suo arrivo a Terni, questo è quello la squadra sta facendo proprio e questo è quello in cui hanno creduto oggi.

Christian Capone (Foto di Calciofere.it)

Al 95° minuto, Capone, su assist di Donnarumma, pareggia il risultato con un tiro rasoterra e messo a fil di palo, calciando dal limite dell’area.

Con questo biglietto da visita, Capone regala il primo punto della stagione alle Fere e determina quello che, voglio credere, sarà il cambiamento di rotta per questa splendida squadra, fatta di grandi uomini, ma, soprattutto, di cuore e determinazione.

Cristiano Lucarelli (Video di UmbriaOn)

Sono convinto sia giusto fare un plauso a Cristiano Lucarelli per aver difeso a spada tratta “suoi ragazzi“, contro le perplessità e le critiche espresse in vari ambienti; di certo la sua fiducia ed il saper leggere l’intimo della squadra nei comportamenti dei giocatori, dicevano il giusto.

Le Pagelle di Corridore:

IANNARILLI: straordinario in più occasioni dove salva il risultato, ancora una volta tra i migliori; 7,5

BOBEN: partita dignitosa, lotta e fa un paio di buoni recuperi; 6

SORENSEN: si toglie tutti i sassolini nelle scarpe per le critiche ricevute giocando una partita sontuosa e chiudendo tutti gli spazi: sublime! 8

CAPUANO: parte male ma poi esce alla distanza e gioca una buona gara; 6

DEFENDI: compie un errore incredibile ma viene graziato dal centravanti avversario, per il resto grande gara di dinamismo e propulsione; 6

AGAZZI: non chiude Dany Mota al momento del goal tanto che ci prova BOBEN dalla parte opposta, sempre in inferiorità numerica a centrocampo nel primo tempo fa quel che può; 5

PROIETTI: lotta come un leone ispirando tutte le manovre offensive specie nella ripresa: soffre nel primo tempo dove siamo in costante inferiorità numerica; 6,5

MARTELLA: uno stantuffo instancabile sulla fascia, macina chilometri e mette in area una serie impressionante di cross che non vengono finalizzati in modo adeguato; 7

PARTIPILO: non al top, sbaglio tantissimo ed anche una palla goal dove spara alto, a tratti sempre quasi indolente; 5

FALLETTI: buoni spunti, tentativi di velocizzare l’azione ma mai incisivo come in passato; 6

PETTINARI: spesso rallenta l’azione interrompendo dei dialoghi tra Falletti e Partipilo: ancora non al top nei meccanismi della squadra; positivo il suo modo di far salire la squadra; 5,5

PALUMBO: entra in campo in modo determinante dando quello sprint in più e giocando tanti palloni: non si arrende mai; 6,5

MAZZOCCHI: movimento, voglia ma tanta imprecisione quando divora un goal di testa: non incide come in altre circostanze; 5,5

CAPONE: straordinario impatto con la partita con dribbling ubriacanti, sbaglia qualche misura nei passaggi e al tiro ma segna un goal fantastico al 96’ con tanto di “busta” a capitan Donati; 7,5

KOUTSUPIAS: ancora avulso dal gioco di Lucarelli ma dimostra tanta voglia; 6

DONARRUMA: entra nel finale e lotta su ogni pallone regalando l’assist del goal a Capone: determinante; 7

LUCARELLI: non si arrabbi il mister ma nel primo tempo “toppa” la formazione con un centrocampo in costante inferiorità laddove il Monza, con Dany Mota che partiva da dietro, si trovava in fase offensiva costantemente 4 contro 2; nella ripresa rimescola le carte tatticamente ed ha la capacità di motivare i ragazzi con delle forze fresche trasmettendo una grinta straordinaria; 6,5


Massimo Santafè

Adoro sognare... cerco di vivere la mia vita sognando... tento di fare della mia vita un bel sogno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cookie Policy - Privacy Policy - Disclaimer

iTerni.it
Cod. Fiscale: SNTMSM73B27H501E

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.