La Cavalcata Trionfale continua: Teramo-Ternana 2-4

La Ternana ci ha abituato a vincere, ma ultimamente non disdegna di mettere alla prova le nostre coronarie.

In una partita dai ritmi molto alti e disputata su un manto sintetico, scomodo per chi è abituato ai campi in erba, la squadra di Lucarelli archivia anche la pratica Teramo e si porta momentaneamente a 12 punti dall’Avellino.

Dobbiamo fare un plauso ai nostri avversari che ci hanno affrontato con il coltello tra i denti e che non si sono arresi dopo il gol di Falletti, anzi, hanno recuperato e sono passati in vantaggio con due pregevoli gol, nel giro di 60 secondi.

Le Fere però hanno imparato bene a soffrire ed a non arrendersi e, con fortuna, impegno e classe, hanno ripreso il Teramo, e lo hanno “rimesso” al suo posto, chiudendo il match con un sonoro 4-2.

Falletti ha fatto la differenza senza dubbio, segnando uno stupendo primo gol, che porta in vantaggio le Fere e l’ultimo gol della partita, con un diagonale che dimostra ancora una volta la sua classe indiscussa.

Cesar Falletti (Foto di Calcioternano.it)

Furlan ha fatto del suo meglio come sempre, mettendo come ciliegina sulla sua prestazione, un gol fortunoso, ma cercato.

Partipilo, che contrariamente al suo solito, non ha brillato particolarmente, sigla il gol del pareggio momentaneo, proprio un attimo prima che Lucarelli lo richiamasse in panchina.

Per il resto della squadra, nulla da dire, se non che l’impegno profuso è stato evidente da parte di tutti, in primis da parte del Capitano Defendi che ha fatto tutto quello che poteva, forse anche qualcosa in più.

Capitano Marino Defendi (Foto di Calcioternano.it)

Onore al Teramo che ha fatto la sua partita, creando ottimi spunti, segnando e provando a portare a casa i tre punti, finché ha potuto.

La “cavalcata trionfale” continua, come continuano i sogni di gloria di tutta una città che si stringe attorno alla squadra rossoverde ed alla società, ma, dopo una meritata serata di festeggiamenti, testa alla Vibonese ed un occhio all’Avellino.

Le Pagelle di Corridore:

IANNARILLI: incolpevole sui goals, compie un mezzo miracolo su Mungo impedendo che la partita si riaprisse; 7

DEFENDI: spinge di meno rispetto al solito ma è determinante nella fase difensiva; 6,5

SUAGHER: implacabile, determinato, dalle sue parti non passa nessuno; 7

KONTEK: splendida prestazione del centrale che finisce giocando a centrocampo davanti alla difesa: non sbaglia nulla; 7

FRASCATORE: chiude tutti i varchi dalle sue parti e si propone più volte in fase offensiva; 6,5

DAMIAN: buona partita sia in fase di contenimento che propositiva: una certezza; 6,5

SALZANO: il buon Aniello è un titolare aggiunto ed anche oggi gioca una buona partita; 6,5

PARTIPILO: non eccelle fino a quando inventa un goal da ben altri palcoscenici; 7,5

FALLETTI: scatenato cerca il goal più volte e lo trova in ben due occasioni con realizzazioni da top player; 9

FURLAN: Fede è in gran forma, sempre presente nelle azioni offensive tanto da trovare il goal del sorpasso; 7,5

FERRANTE: ritorna dal primo minuto e lotta come un dannato giocando una prestazione di alto spessore; 7

PALUMBO: entra e cambia la partita dando un grande dinamismo: insostituibile; 7,5

RAICEVIC: si fa sempre trovare pronto e segue le istruzioni del mister creando varchi importanti; 6,5

PERALTA: ha tanta tecnica e si distingue per dribbling ubriacanti peccando però qualche volta tenendo troppo palla; 6,5

BOBEN: entra e blinda definitivamente la difesa; 6,5

TORROMINO: pochi minuti ma tanta voglia per Torro che dimostra di essere sempre pronto; 6,5

LUCARELLI: non si hanno più parole per descrivere il mister: cambia gli uomini ma il risultato è sempre lo stesso: #lovogliamoavita; 10


Massimo Santafè

Adoro sognare... cerco di vivere la mia vita sognando... tento di fare della mia vita un bel sogno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cookie Policy - Privacy Policy - Disclaimer

iTerni.it
Cod. Fiscale: SNTMSM73B27H501E

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.