La Ternana batte il Bari e l’Avellino si fa rimontare: la B è più vicina!

Verrebbe da chiedersi “dov’è la Ternana”, guardando i primi quindici minuti del match, ma la squadra di Lucarelli c’è, anche se non riesce ad agguantare il pareggio nel primo tempo.

Uno Iannarilli mirabolante, dopo il bel gol di Maita del Bari, si presenta come ultimo baluardo granitico delle Fere e compie ben tre parate da portiere di categoria superiore.

I fraseggi della squadra rossoverde, che prende coraggio ed addomestica parzialmente i pugliesi, non sono precisi come ci si aspetterebbe dalla prima della classe, ma tengono a bada i biancorossi.

Federico Furlan (Foto di calcioternano.it e di Luca Pagliaricci)

Unica nota dolente per la Ternana: mancano le finalizzazioni nel primo tempo, eccezion fatta per un tiro di Furlan, e per un palo preso da Vantaggiato.

Guardandola attentamente, sembra una Ternana insicura, come se la sconfitta a Catanzaro, prima, ed il pareggio a Francavilla, poi, avessero tolto le sicurezze del gruppo di Lucarelli.

Il secondo tempo è giocato con cautela, da ambo le parti, fino a quando Kontek, dimenticato dalla difesa barese, incorna un pallone scodellato da calcio d’angolo e lo stampo alla fine della rete.

Ivan Kontek (Foto di calcioternano.it e di Luca Pagliaricci)

E’ l’82mo minuto della partita, il pareggio è agguantato e la Ternana si trasforma, davanti ad un Bari spiazzato e vistosamente provato.

La Ternana ha “il sangue agli occhi” ed ha indossato nuovamente la divisa da “prima della classe”, soprattutto per intensità di gioco e per determinazione; le Fere vogliono vincere!

Ormai si gioca solo nell’area biancorossa e, ad una manciata di secondi dallo scadere, tra una Ternana arrembante ed un Bari segregato nella propria area, Mammarella scorge Defendi nella mischia e pennella un assist d’artista.

Marino Defendi (Foto di calcioternano.it e di Luca Pagliaricci)

Sembra quasi di rivedere i fotogrammi a rallentatore in cui Pelè segna in rovesciata, ma qui c’è Marino Defendi che, seppur nascosto dai difensori, si coordina e colpisce magistralmente il pallone, spedendolo il porta.

Arriva il triplice fischio dell’arbitro; la Ternana batte il Bari 2 a 1 ed, in tutta onestà, è scesa anche una lacrima.

Le Pagelle di Corridore:

IANNARILLI: immenso, salva la partita quando ancora i suoi compagni sono negli spogliatoi… grazie IANNA; 9

DEFENDI: il Gladiatore – come lo chiamavano a Bari – corre come un ragazzino, inesauribile, dominatore incontrastato della fascia destra trascina la squadra ad una vittoria fondamentale con un goal stratosferico; 9

BOBEN: regge la difesa in modo straordinario annullando tutti gli attaccanti che gli girano intorno in modo implacabile; 7,5

KONTEK: sbaglia gravemente in due occasioni: dalla prima scaturisce il goal del Bari ma poi va a pareggiare con un colpo di testa straordinario; 6,5

MAMMARELLA: commovente sia per quello che fa in fase avanzata sia per il modo in cui riesce comunque a reggere Rolando che corre a velocità doppia rispetto a lui: poi la ciliegina sulla torta con un cross precisissimo per il destro di capitan Defendi dopo l’assist a Kontek; 8,5

PALUMBO: corre, lotta, sbaglia ma non si arrende mai: esce stremato; 6,5

PROIETTI: incide molto poco sebbene non commette errori rilevanti; 6

PARTIPILO: ci prova in tutti i modi ma oggi non ha la solita lucidità specie quando calcia fuori un diagonale da dentro l’area di rigore; 6

FALLETTI: sbaglia moltissimo ma è commovente per il modo in cui lotta e cerca di dare tutto per condurre la squadra alla vittoria tanto da farsi notare spesso in copertura: stoico; 7

FURLAN: nei primi quindici minuti sembra uno dei pochi ad essere sceso in campo per poi spegnersi progressivamente; 6

VANTAGGIATO: sfiora il goal con una deviazione fortuita, sgomita ma non incide come solito; 6

PAGHERA: determinante il suo ingresso per la determinazione che mostra su ogni pallone mostrandosi protagonista indiscusso, 7

PERALTA: entra e riesce ad impensierire la difesa barese in modo ficcante, non si arrende mai ed è determinate per la vittoria; 7

FERRANTE: incrocia nuovamente Di Cesare che gli causo’ l’infortunio estivo ma stavolta non si lascia intimorire: gioca una buona gara tutto carattere; 7

DAMIAN: buonissima gara, determinazione e tecnica un mix vincente per la Ternana; 7

RAICEVIC: sgomita e lotta come gli chiede il mister; 6

LUCARELLI: immenso per come sa gestire il gruppo e per come riesce a tirare il meglio dai suoi giocatori: UNICO; 10


Massimo Santafè

Adoro sognare... cerco di vivere la mia vita sognando... tento di fare della mia vita un bel sogno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cookie Policy - Privacy Policy - Disclaimer

iTerni.it
Cod. Fiscale: SNTMSM73B27H501E

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.