La Ternana dei Record ha vinto il campionato: Siamo in B!

Spero mi perdonerete, ma questo articolo voglio scriverlo come se quel che è successo ieri, fosse già nella storia, come di fatto è.

Era palpabile la sensazione che ci fosse un’intera città a seguire e spingere questi ragazzi, nella partita simbolo di una stagione.

Il tempo, sin dalla mattina, sembrava non trascorrere affatto, come se fosse rarefatto e come se le lancette dei secondi trovassero difficoltà a passare da una posizione all’altra.

Ogni ternano era all’opera, non tanto per organizzare la Pasqua, ormai alle porte, ma per prepararsi a festeggiare questa società e questi ragazzi, che avevano portato un barlume di speranza in una città, enormemente e visibilmente provata dalla storia.

Tutti i ternani, anche quelli che non avevano mai saputo se la palla fosse quadrata o rotonda, erano stati sedotti dall’impresa titanica della Ternana 2020-21 e dai suoi giocatori, che, inconsapevolmente, avevano assunto lo stesso ruolo degli eroi dei fumetti: “portatori di speranza e riscatto!”

Terni era ricoperta di bandiere e sciarpe, che sembravano abbracciare i balconi dei palazzi e nei supermercati tutto quello che era rossoverde, era ormai finito, ma il bello doveva ancora venire.

Chiudo gli occhi e sono di nuovo lì:

“ore 15.00, il match ha inizio e, mentre l’arbitro allontana il suo fischietto dalla bocca, Cesar Falletti è già sotto porta per siglare un gol degno della sua firma!

Passano poco più di 15 minuti e Fabrizio Paghera salta più in alto di tutti, come a Bari, schiacciando prepotentemente di testa il pallone nella porta dell’Avellino: 2 a 0!

Passano otto minuti soltanto e Anthony Partipilo con Federico Furlan pennellano un’azione, degna dei guizzi di colore di Van Gogh, ed è subito 3 a 0.

Un boato incontenibile viene dalle case circostanti la mia, come se una città intera avesse organizzato un “flash mob”, ma la realtà dei fatti è che questi ragazzi e questa società hanno regalato pura gioia e coesione ad un’intera comunità.

La partita va avanti in un sontuoso monologo delle Fere che, nonostante i vani tentativi di reazione degli avversari, ha gestito e dominato la partita, tanto da segnare un quarto gol, al 65mo minuto, grazie a Partipilo“.

Il match si chiuderà 4 a 1 e la squadra andrà a festeggiare simbolicamente sotto la Curva Nord e sotto la Curva Est del Liberati ed in quel momento, con il groppo in gola, piangerò perchè il mio posto, così come quello di tanti miei amici e tifosi, sarebbe dovuto esser lì, su quegli spalti, per gioire e festeggiare un team stellare, fatto di qualità, spirito di sacrificio e cuore.

Alla soglia dei cinquant’anni ho pianto per una partita di calcio, ma sono certo di non esser stato l’unico che ha visto, in quel gesto, la lungimiranza di chi ha saputo guardare oltre e ci ha sussurrato che: “questo campionato lo hanno vinto per noi e con noi; che il nostro affetto è arrivato nel Liberati anche se noi siamo dovuti rimanere a casa; che la Ternana ed i ternani sono tornati ad essere una cosa sola.

Ora è il “Momento dei Record” ha detto Mister Lucarelli, ma, secondo me, è il momento dei ringraziamenti, perchè è una città intera che deve dire pubblicamente GRAZIE: a questi ragazzi, a quanti hanno lavorato dietro le quinte, al pilota del “carro armato” ed ai signori Tagliavento e Leone, ma, in primis, al Patròn Bandecchi.

Vice Presidente Paolo Tagliavento a fine match con l’Avellino (Foto di Stefano Principi)

Era arrivato a Terni per fare grande la Ternana, si è assunto le responsabilità di errori altrui, e mentre, con determinazione ed amor proprio, tentava di rimediare agli sbagli di una stagione, si è innamorato di Terni e dell’incrollabile coriaceità del ternano e gli ha teso tutte le mani che poteva tendere.

Presidente Stefano Bandecchi

La Ternana 2020-21 sarà per sempre la Ternana dei Record, ma sarà anche la Ternana di Bandecchi: “l’Uomo dal cuore grande quanto la sua determinazione nel voler vincere“.

Le Pagelle di Corridore:

IANNARILLI: miracoloso in almeno due occasioni, una incertezza sul goal dell’Avellino: straordinario; 7,5

DEFENDI: spina nel fianco della difesa avversaria, difende e attacca come un ragazzino; 7,5

BOBEN: implacabile, puntuale, dirompente quando avanza; 8

KONTEK: un errore riparto da un miracoloso salvataggio sulla linea, gioca una partita impeccabile; 7,5

CELLI: straordinario sulla fascia, attacca e difende senza sbavature; 7,5

PROIETTI: davvero entusiasmante il modo in cui dirige il traffico in mezzo ai top player rossoverdi: non sbaglia niente; 8

PAGHERA: lotta, fa filtro, chiude e attacca: trova un goal e lo dedica alla mamma ancora una volta; 8,5

PARTIPILO: straordinario, gioca la partita perfetta coronata da un goal straordinario; 9

FALLETTI: il folletto rossoverde fa impazzire la difesa irpina, segna dopo 18 secondi e prima della sostituzione la sfortuna gli nega un goal degno del miglior Messi; 9

FURLAN: giocatore arrivato ai massimi livelli, dopo due annate grigie non per sua colpa, segna un goal e dimostra di essere fondamentale; 8,5

FERRANTE: un leone, lotta come un dannato e sfiora il goal con un tiro straordinario; 7,5

SALZANO: stavolta gioca da esterno di centrocampo ma è sempre protagonista; 7,5

LAVERONE: entra in campo e da un grosso contributo al dominio rossoverde; 7

SUAGHER: implacabile, sempre sul pezzo, dalle sue parti non passa nessuno; 7,5

DAMIAN: pochi minuti per confermare quanto sia fondamentale per la squadra; 7

RUSSO: Michele è un ragazzo straordinario ed ogni volta che entra è una garanzia; 7

LUCARELLI: oggi gli diamo un bel 11… ma di lui parlerò a parte nelle prossime ore…


Massimo Santafè

Adoro sognare... cerco di vivere la mia vita sognando... tento di fare della mia vita un bel sogno!

Comments (4)

  • Alessandro Picotti

    Ottimo.Interpreta con la giusta misura i
    sentimenti ed il sentire di tutti i tifosi.Avrei
    detto le stesse cose,comunque le pensavo,
    anche quelle dei giudizi sui singoli.L’anno
    scorso e lovoglio confessare,ho criticato
    Partipilo dicendo che correva male,ma quest’anno,era un altro giocatore,corsa perfetta,rapidita’ e tecnica di categoria
    superiore.Tutti al top e qui’ il merito e’ del
    Sig.Lucarelli.Bravissimi tutti.Ah , dimentica
    vo,Bandecchi ,da mezzobusto li’ all’ingres
    so……

    • Grazie mille per le parole spese a mio favore. Amo questa città e la presenza di questo Blog ne è la prima dimostrazione; la Ternana è la trasposizione fisica di cosa significa sentirsi ternano… sono i sogni, le speranze e la voglia di non mollare mai.
      Grazie ancora per il suo commento benevolo e per avermi dato modo di dire ancora quanto io sia legato a questa realtà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cookie Policy - Privacy Policy - Disclaimer

iTerni.it
Cod. Fiscale: SNTMSM73B27H501E

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.