La Ternana perde contro Lapadula… prossimo appuntamento al Renato Curi.

Assistere al match tra Ternana e Benevento è stata una vera e propria impresa per il mio cuore che, ultimamente, comincia ad accusare qualche extrasistole di troppo, durante le partite di Mr. Lucarelli & Co.

Tutti noi, tifosi rossoverdi, sapevamo che questo sarebbe stato un incontro difficile, ma quello che non potevamo immaginare è che, in questa partita, avremmo visto tutto ed il contrario di tutto.

Highlights Ternana-Benevento

In quarantena preventiva ed obbligato a vedere la Ternana dal divano di casa, devo ammettere che ho faticato enormemente a seguire il match, oltre ad aver sofferto tanto per i colori rossoverdi.

Negli oltre 90 minuti del match, la mia attenzione è stata costretta a rimbalzare, incessantemente, tra: le immagini televisive, i commenti nei social ed i continui, nonché urticanti, messaggi dei vari gruppi rossoverdi di Whatsapp.

Un tripudio di critiche per il primo tempo sottotono delle Fere, alternati da commenti rivolti a chi esprimeva il proprio parere dal divano di casa e, non ultime, dichiarazioni di puro pessimismo per il futuro rossoverde.

Una valanga di “emoticon” che dichiaravano fourfait, ha invaso lo schermo del mio cellulare, dopo il rigore siglato da un ottimo Gianluca Lapadula; non di meno è accaduto negli ultimi minuti del primo tempo e mi permetto di stendere un velo pietoso, ricordando, controvoglia, il momento in cui Antony Partipilo si è infortunato.

Mi piace ricordare che, ieri, la nostra Ternana, “neo promossa in B“, ha affrontato un Benevento appena retrocesso dalla massima serie e costruito con l’obbiettivo di risalire subito sul treno da cui è appena sceso.

Devo comunque confessare che, quella di ieri sera, non è stata la partita che mi aspettavo di vedere: immaginavo una partita difficile per le Fere e che avremmo anche potuto perdere, ma disputando un match equilibrato ed in cui avremmo combattuto per tutti e 90 i minuti di gioco, .

Contrariamente a quanto credevo, fatti salvi i primi 15 minuti, il primo tempo è stato un vero e proprio massacro per Lucarelli & Co., scomparsi difronte alle incursioni del Benevento e di un Lapadula, vera spina nel fianco della difesa rossoverde.

Come spesso accade, dopo una probabile lavata di testa negli spogliatoi e con le opportune sostituzioni, la Ternana ha cambiato volto e passo, anche se sotto porta non siamo incisivi come potremmo.

Il rientro in campo di Falletti e di Defendi ha fatto vedere una squadra più sicura dei propri mezzi e con la quella determinazione che, nei 30 minuti di buio nel primo tempo, non si era percepita; bravissimo anche Pettinari!

Conferenza stampa post-partita di Mr.Lucarelli

La sconfitta di ieri sera, al Libero Liberati, penso “possa esserci”, anche se non condivido propriamente le modalità, “può esserci”; tra assenze importanti, grandi avversari, la stanchezza fisica ed, io aggiungerei, la paura di sbagliare, è accettabile questa sconfitta, ma questi punti persi deve essere un nuovo banco di prova da cui rialzarsi più determinati di prima!

Abbiamo tutte le carte in regola per agguantare l’obbiettivo salvezza, in primis, e per poi tentare qualcosa di più, ma bisogna chiarirsi le idee, essere umili e comprendere le proprie potenzialità, nonchè i margini di crescita, e, dulcis in fundo, essere disposti a qualunque sacrificio.

Prossimo appuntamento di campionato: ” quelli là…” ed io voglio credere che questo stimolo in più possa aiutare Lucarelli & Co. a trovare la via della grandezza che meritano.

Le Pagelle di Corridore:

IANNARILLI: non ha responsabilità sui goals, per il resto mai impensierito più di tanto; 6

DIAKITE: sbaglia molto sia in fase difensiva che in fase offensiva, co-responsabile su uno dei goal, solito dinamismo ma appare in grossa difficoltà; 4

SORENSEN: buona gara, uno dei pochi a salvarsi; 6,5

CAPUANO: gara sufficiente se non per quel rigore (su cui restano dei dubbi) in cui commette una grossa ingenuità causata dall’irruenza e da una posizione sbagliata; 5

MARTELLA: gara di dinamismo, sbaglia la diagonale sul goal del vantaggio dei sanniti, peccato… 5

PROIETTI: grave errore (simile a quello commesso a Lecce) che porta da una nostra ripartenza in superiorità numerica al loro contropiede che ci costa il primo goal; nella ripresa meglio ma purtroppo largamente insufficiente; 4,5

KOUTSUPIAS: gara diligente ed ordinata, tra i migliori; 6

PARTIPILO: gioca a sprazzi poi esce per infortunio; 6

CAPONE: da un suo errore arriva il rigore, buon un cross per Pettinari che poteva portarci in parità, per il resto tanto movimento ma nulla di determinante; 4,5

DONNARUMMA: pessima partita, inconcludente, timoroso, mai pericoloso; 5

PETTINARI: il migliore in campo ha tre palle goal dove per sfortuna e per merito di Paleari non riesce a segnare; grande movimento e gesti tecnici rilevanti; 7

PERALTA: tanta voglia, tanto movimento ma senza risultati apprezzabili; 5,5

BOBEN: preciso e puntuale: impeccabile; 6,5

CELLI: tanto dinamismo, ma piedi ruvidi in un paio di occasioni, buona una chiusura su contropiede avversario; 6

FALLETTI: porta brio nel nostro attacco ma sbaglia molte giocate anche lui; 6

DEFENDI: non incide nel finale come era negli auspici del mister; SV

LUCARELLI: esente da colpe, riesce a motivare i ragazzi negli spogliatoi ma senza effetti concreti: ha una rosa senza alternative veramente valide in alcuni ruoli: giusto quanto affermato a Frosinone, quest’anno possiamo solo salvarci; 6,5


Massimo Santafè

Adoro sognare... cerco di vivere la mia vita sognando... tento di fare della mia vita un bel sogno!

Comments (2)

  • La mia sensazione è che ieri sera il Benevento abbia vinto, senza forzare più di tanto, mentre noi potevamo giocare fino a Natale, ma ieri sera non era proprio cosa, il bello ed il difficile viene ora, tra Coppa Italia, un derby a Perugia e mezzo derby con l’Ascoli, per poi chiudere l’anno con la prima giornata del girone di ritorno in quel di Brescia, che all’andata ci ha asfaltato, con molti giocatori stanchi e/o a rischio infortuni

    • Infortuni a parte, è una porzione di Campionato, questa, che va giocata più di testa che di gambe. Il nostro Mister, fortunatamente, credo sia un gran motivatore, nonché un ottimo conoscitore della mente dei giocatori ed il match di Coppa Italia lo ha dimostrato, quindi, non disperiamo, ma cerchiamo di guardare con ottimismo sia il derby, sia questo finale di 2021. Grazie per aver letto il mio articolo ed espresso il suo pensiero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cookie Policy - Privacy Policy - Disclaimer

iTerni.it
Cod. Fiscale: SNTMSM73B27H501E

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.