La Ternana travolge la Cavese con cinque gol.

Inizia la partita e subito si nota un’atteggiamento molto determinato nella squadra di Lucarelli, ma, giocando su un terreno che non mette a proprio agio la compagine rosso-verde, i passaggi risultano spesso corti, i rimbalzi non sempre sono precisi ed i giocatori, a volte, arrivano in ritardo all’appuntamento col pallone.

La Cavese, reduce da un rocambolesco 4 a 4 contro il Potenza e forte nella consapevolezza di aver buone doti calcistiche, mette in luce, dal primo minuto di gioco, la volontà di essere in campo non per fare presenza.

Sommando questi elementi ne viene fuori un primo tempo giocato da ambo le parti, nonostante la Cavese non sia mai stata troppo pericolosa.

Il rigore, assegnato al 4° minuto del primo tempo e realizzato da Falletti, ha, di certo, tranquillizzato subito i ragazzi di Lucarelli, così come ha dato necessariamente l’impulso alla Cavese per tentare di recuperare il gol subito, ma la Ternana, dopo un paio di incursioni, degni di nota, degli avversari, ha dominato i restanti minuti, non inquadrando però lo specchio della porta.

Cesar Falletti (Foto di calciofere.it)

Il primo tempo finisce sullo 0 a 1 per la Ternana e, come più volte è accaduto, le Fere rientrano in campo con un piglio diverso: ciniche, vogliose di essere dominanti e decise a chiudere la partita.


regalo per te

Oggettivamente non c’è più partita ed in campo si vede la Ternana che abbiamo imparato a conoscere in questa porzione di campionato, bella e ricca di giocate di alto livello.

Servono 5 minuti alle Fere per trovare il gol del raddoppio con Vantaggiato e solo un altro minuto perchè Daniele torni al gol, con un raffinatissimo e delizioso colpo di tacco.

Dal 3 a 0, la partita è giocata quasi ad un’unica porta, creando occasioni su occasioni e sprecando anche qualche cosa, fino al 64′ ed al 76′, quando arrivano i gol di Proietti e Furlan; poi è solo calcio spettacolo per la squadra rosso-verde, tranne per un episodio allo scadere, reso vano da una prodezza di Iannarilli.

Finisce al 93′ un match spettacolare che conferma le doti di tutta la squadra, titolari e non, i quali hanno dimostrato, ancora una volta, di saper essere pronti alla chiamata del mister, giocando su ogni palla e con il massimo impegno.

Highlights Cavese – Ternana

Cosa aggiungere… la Ternana ha, al momento, inanellato cinque vittorie consecutive, sempre con risultati di tutto rispetto e non con vittorie di misura; nelle ultime due partite ha segnato ben 10 reti e, particolare degno di nota, vince finalmente contro una squadra, la Cavese, che non aveva mai battuto, in casa loro, negli undici confronti disputati in precedenza.

Terni, dopo anni ed anni, guarda la sua squadra giocare, si diverte e sogna un epilogo importante, ma dopo esserci goduto questo magnifico 0 a 5, ricordiamoci di tornare con i piedi per terra e continuare a tifare il club di Via della Bardesca, in tutte le sue figure, dai giocatori, al Presidente alla dirigenza.

Ora vi lascio al nostro nuovo appuntamento; per voi le pagelle di Corridore:

IANNARILLI: partita attenta, arricchita da un paio di interventi risolutori; ottimo! 7

DEFENDI: ancora una volta protagonista il capitano con anticipi, incursioni e assist: 7

BOBEN: partita attenta e senza sbavature: 6,5

KONTEK: stessa valutazione del compagno di reparto: una garanzia: 6,5

MAMMARELLA: nonostante 38 anni compiuti corre come un ragazzino, decine di cross per le nostre punte: 7

PROIETTI: è tornato il buon Mattia, prestazione perfetta condita da un gran goal: 7

PALUMBO: corre recupera palloni come sempre, qualche fallo di troppo tanto che Lucarelli lo sostituisce quasi subito nella ripresa: 6,5

PARTIPILO: oggi non trova il goal ma è devastante, un valore aggiunto: 7,5

FALLETTI: non è al top sebbene ogni tanto mostra accelerazioni pazzesche, ancora il goal su rigore: 6,5

FURLAN: appena sufficiente nel primo tempo molto meglio nella ripresa sebbene realizzi un goal non è ancora al top: ha grossi margini di miglioramento: 6,5

VANTAGGIATO: immenso nella ripresa, poco servito nel primo tempo, un goal di tacco da cineteca: 8

PERALTA: la sua caratteristica è di entrare ed essere subito in partita, non sbaglia nulla e mette in costante difficoltà gli avversari: merita davvero una maglia da titolare: 7

PAGHERA: entra e come sempre fa il suo: tenta anche il goal con un paio di tiri ribattuti: 6

SUAGHER: si fa sempre trovare pronto, partita attenta e puntuale: 6

LAVERONE: da rivedere, un paio di cross fuori misura: SV

SALZANO: nei pochi minuti di gioco un bel colpo di tacco un uno scambio con Peralta: SV

LUCARELLI: occorre tornare indietro trent’anni per ricordare una Ternana che gioca così bene e con questa costanza: la forza del mister sono gli schemi di gioco tanto che può sostituire 4/5 giocatori a partita senza cambiare nulla nel gioco spumeggiante: 8,5

BANDECCHI: ce l’abbiamo solo noi….. unico! 10


Massimo Santafè

Adoro sognare... cerco di vivere la mia vita sognando... tento di fare della mia vita un bel sogno!

Comments (4)

    • In primo luogo, penso che, facendo una critica, in questo caso alla maglia della Ternana, sarebbe cosa buona e giusta non firmarsi come anonimo, ma mettere nome e cognome; in secondo luogo, la scritta Unicusano sul petto dei giocatori, in gergo si chiama “sponsor” e ne ha diritto chi spende soldi per la squadra. Lo stemma è quello posto sul cuore e si evince che la squadra si chiama Ternana, senza Unicusano. In fine, penso che certe critiche obsolete e prive di senso, visto quanto questo imprenditore sta facendo per la Ternana e per Terni, debbano esser riservate alle chiacchiere da bar e, forse, neanche a quelle occasioni. Grazie comunque per aver letto l’articolo.

  • Massimiliano Grimaldi

    In effetti non mi riferisco alla scritta sulla maglia ma a quella sullo stemma della foto in alto che non corrisponde a quello attuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cookie Policy - Privacy Policy - Disclaimer

iTerni.it
Cod. Fiscale: SNTMSM73B27H501E

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.