La Ternana vince, il Bari perde: più 11 sulla seconda.

Così come un filo di cotone, lavorato all’uncinetto, passa sopra, poi sotto, dopo fuori ed, infine, rientra nella trama, così la Ternana ha tessuto delle azioni deliziose, nella partita contro la Paganese.

La squadra di Mr. Di Napoli è venuta a Terni convinta di voler mettere in ginocchio la prima della classe ed, effettivamente, ha creato diverse situazioni pericolose, oltre al gol di Cesaretti, realizzato nel primo minuto della ripresa.

Calci piazzati che hanno fatto vacillare la difesa rossoverde ed impegnato un fenomenale Iannarilli, nonchè ripartenze importanti, che hanno dato qualche pensiero di troppo alle Fere, ma la squadra di Mr. Lucarelli ha “retto botta“, gestendo la partita.

Mister Cristiano Lucarelli (Foto di calcioternano.it)

E’ mancata l’intensità… Non ho visto i ragazzi con gli occhi iniettati di sangue o la bava alla bocca…” queste sono state, più o meno, le parole del Mister ai microfoni di Cusano Italia TV ed, oggettivamente, potrebbero esser vere, ma è anche vero che lui ha il dovere di tenere alta la tensione nello spogliatoio, quindi nulla da controbattere.

Personalmente ho visto una Ternana che ha rischiato troppo, rispetto ad un avversario, sulla carta, più debole e che si è spento ad ogni gol subito, ma ho anche visto una Ternana che ha saputo proporre un bel gioco, con passaggi precisi, con qualche giocata di gran classe e, soprattutto, con tanta voglia di non accontentarsi di una vittoria di misura.

Filip Raicevic (Foto di Calciofere.it)

Raicevic, che oggi ha segnato il gol del 3-1, è sembrato un po’ più attivo del solito, ma ancora incerto nel credere alle proprie potenzialità, per questo non ha saputo sfruttare al meglio i numerosi assist a lui destinati.

Falletti notevole, così come Defendi e Partipilo, che ha illuminato il Liberati con il suo dribbling ed il gol che ha sbloccato il risultato; bella prestazione di Proietti, così come quella di Peralta e Ferrante, entrato negli ultimi minuti.

Buono Torromino, anche se non è riuscito ad inquadrare lo specchio della porta, ma, in verità, è stata una buona prova di tutta la Ternana, nonostante sia mancata la veemenza che il Mr. Lucarelli vuole in ogni partita.

Foto di ternitoday.it

La “cavalcata trionfale” va avanti e la sconfitta del Bari a Teramo accresce il divario in classifica tra la prima e la seconda, ma il campionato è ancora lungo e, come dice Riccardo Zampagna, la palla è rotonda, quindi bisogna rimanere aggrappati al pezzo, con le unghie e con i denti, senza pensare che il più è fatto!

Prima di lasciarvi all’ormai abituale appuntamento con “Le Pagelle di Corridore“, voglio fare un plauso al Mr. Lucarelli: è vero che la rosa della Ternana è formata da giocatori di categoria superiore e dalle doti indubbie, ma Lei è quello splendido collante che ha permesso si creasse un gruppo coeso, ambizioso e affamato di vittoria, non permettendo che si alcuno montasse la testa o che il gruppo si adagiassero sugli allori… Grazie!

Riccardo Corridore

Le Pagelle di Corridore:

IANNARILLI: partita tranquilla, incolpevole sul goal, guida la difesa in modo impeccabile; 6,5

DEFENDI: superati dieci minuti di impasse ad inizio gara, diventa un martello inarrestabile sulla fascia; 7

BOBEN: qualche incertezza in apertura di gara, poi una prova impeccabile; 6

KONTEK: stessa valutazione del compagno di reparto; 6

SALZANO: gara di grande intensità sulla fascia sinistra (nel finale da esterno alto); 6,5

PROIETTI: prestazione di spessore sia in fase di impostazione che di copertura: corre 96 minuti come un forsennato dimostrando grande lucidità; 7

PALUMBO: nervoso, impreciso poco incisivo: giustamente sostituito; 5,5

PARTIPILO: riprende la maglia di titolare e dimostra di meritarla; gran goal e dribbling a non finire; 7

FALLETTI: qualche imprecisione, grandi spunti offensivi ed un goal di rigore; 7

TORROMINO: salvo uno spunto prima di essere sostituito partita abbastanza anonima ma senza demeritare; 6

RAICEVIC: efficace a far salire la squadra ed a servire i compagni da un suo colpo di testa nasce il goal della tranquillità; 6,5

PAGHERA: entra e gioca la sua solita partita intensa: fallo inutile gli costa l’ammonizione; 6

FRASCATORE: recuperato fisicamente dimostra di essere pronto; 6

FERRANTE: ha voglia di recuperare il tempo perduto e sfiora il goal con un gran tiro: 6,5

DAMIAN: sempre pronto sia da titolare che da sostituto; 6

PERALTA: venti minuti o poco più confermano che su di lui si può contare facendo impazzire la difesa avversaria; 7

LUCARELLI: arrabbiato a fine partita per una partita non eccellente: fa bene a tenere alta la pressione sulla squadra… se tra Palermo e la successiva in casa con la Casertana si porteranno a casa 6 punti avremo un piede e mezzo in serie B; 9


Massimo Santafè

Adoro sognare... cerco di vivere la mia vita sognando... tento di fare della mia vita un bel sogno!

Comments (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cookie Policy - Privacy Policy - Disclaimer

iTerni.it
Cod. Fiscale: SNTMSM73B27H501E

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.