Risultato positivo, ma stretto… Ternana vs Cittadella 1-1

Una partita che, vista dalla Curva Est, ha lasciato l’amaro in bocca, ma che letta attraverso gli occhi di Mister Lucarelli, assume un sapore totalmente differente.

Era vero che il Cittadella sarebbe stata una squadra ostica: capace di chiudersi senza farti tirare ed al contempo che attacca, facendoti soffrire.

Mister Lucarelli lo aveva detto in conferenza stampa pre-partita e non una parola è caduta in terra… la Ternana ha sofferto: tirando poco, subendo un gol e, raramente, entrando in confusione.

L’arbitraggio purtroppo è stato deludente, secondo il mio modesto metro di valutazione, definibile, in alcuni frangenti, “permissivo” ed in pochissimi episodi, ma di enorme rilievo, caratterizzato da deliri di onnipotenza incontrollati.

Il rigore negato alla Ternana, per un fallo di mano evidente, ne è un esempio: un episodio che avrebbe probabilmente cambiato le sorti del match, ma dopo esser stato negato, non c’è stata neanche l’umiltà di verificare al VAR la possibilità di una svista.

Tornando alla prestazione della Ternana, dopo le sostituzioni, effettuate nel momento in cui il Mister si aspettava il calo del Cittadella, il team rosso-verde ha dato prova della sua determinazione e delle sue qualità, tenendo sotto scacco gli avversari.

Unico neo, agguantato il pareggio, la Ternana avrebbe potuto benissimo vincere la partita, evitando, come dice Partipilo, di perdere due punti, ma così non è stato.

Ora è importante più che mai, riuscire a tenere tutti la testa nel carro armato, mantenendo la concentrazione e la forma fisica ai massimi livelli, così da affrontare i nove appuntamenti, da disputare entro il 2021, nel migliore dei modi.

Prossimo avversario: il Lecce di Mr. Baroni, squadra forte, ma che, a detta di Mr. Lucarelli gioca e fa giocare, quindi ci si aspetta un bel match, giocato a viso aperto.

Le Pagelle di Corridore:

IANNARILLI: si butta un attimo in ritardo sul goal di Vita, rischia la frittata in una uscita bassa su un cross da sinistra forse ostacolato dai compagni e poi salva il risultato con una parata miracolosa; 6,5

GHIRINGHELLI: partita mediocre, mai efficace sulle sovrapposizioni, sbaglia anche svariati appoggi; 5

BOBEN: primo tempo con qualche errore di troppo, meglio nella ripresa ma troppi spazi llasciati agli avanti veneti; 5,5

SORENSEN: efficace in fase difensiva, errori grossolani in appoggio, sfiora il goal in due occasioni; 6

MARTELLA: poco efficace in avanti, pochissimi cross, discreta la fase difensiva: da lui ci si attende molto di più; 5,5

PROIETTI: non è la sua migliore partita, pecca spesso nelle chiusure ma è molto efficace nel far ripartire i compagni con le sue verticalizzazioni; 6

PALUMBO: tanta corsa, non chiude sul goal di Vita e si divora un goal incredibile a pochi minuti dalla fine dove avrebbe potuto servire Partipilo solo in area a due metri dalla porta: alcune giocate sono da serie superiore; 5,5

PARTIPILO: primo tempo in chiaroscuro, secondo tempo straordinario bei suoi dribbling dove salta gli avversari come birilli: goal di ottima fattura sia per la posizione sia per l’esecuzione, i difensori con una ribattuta gli negano la gioia della prima doppietta in serie B; 7,5

FALLETTI: un paio di lampi, tra cui quello che manda in porta Palumbo con esito negativo, soffre per i raddoppi di marcatura avversari che non gli danno spazi di manovra; 6

FURLAN: partita in ombra: mancano le sue serpentine e le sue cavalcate sulla fascia; 5,5DONNARUMMA: buon movimento, crea spazi ma non è efficace in zona goal; 6

CAPONE: gli manca il ritmo partita, apprezzabile qualche spunto ma si assenta troppe volte dal gioco della squadra senza incidere mai; 5,5DEFENDI: pochi minuti di gioco poi l’infortunio; SV

PETTINARI: totalmente amorfo dal gioco, in una circostanza potrebbe cercare la rete ma cincischia con la palla tra i piedi: probabilmente il peggiore acquisto della Ternana; 5

DIAKITE: esplosivo, dinamico ma anche poco preciso: ancora acerbo; SV

LUCARELLI: giustamente continua a non sostituire i top player quando vengono ammoniti, per la prima volta da quando è a Terni non sfrutta tutte e 5 le sostituzioni (forse forzatamente visto l’infortunio di Defendi e la necessità di sostituirlo in tempi rapidi), la squadra soffre ma ha il carattere per riprendere la partita e sfiorare l’impresa se non fosse per l’errore di Palumbo e per la sfortuna di Partipilo nel finale; 6,6


Massimo Santafè

Adoro sognare... cerco di vivere la mia vita sognando... tento di fare della mia vita un bel sogno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cookie Policy - Privacy Policy - Disclaimer

iTerni.it
Cod. Fiscale: SNTMSM73B27H501E

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.