Ternana da “9” e Bandecchi da “10”… grazie da iTerni.it

Dopo un esordio, con la Viterbese, oserei dire apocalittico, non tanto per il risultato, quanto per il tempo, metereologicamente parlando, la Ternana ha preso il timone in mano e, dopo un risultato eccelso con la Paganese e due incontri di assestamento, con il Palermo e la Casertana, sembra stia delineando la sua rotta con caparbietà, per soddisfare le ambizioni del Presidente/Patròn Bandecchi e della tifoseria di Terni.

Stefano Bandecchi Presidente Ternana Calcio (Foto di www.static.nexilia.it)

Gli acquisti fatti, durante il calcio mercato di inizio stagione, si stanno dimostrando azzeccati ed essenziali, così come stanno facendo quanto si aspettava la classe dirigente della Ternana, i confermati della scorsa stagione.

Una squadra che, incontro dopo incontro, dimostra di meritare “la categoria superiore” e non solo per qualità di gioco, ma, soprattutto, per determinazione e voglia di raggiungere l’obbiettivo agognato da tutti e, per questo, non può che raccogliere i consensi di tutti coloro hanno dedicato almeno un pezzetto del loro cuore, alla Ternana ed a quello che rappresenta per ogni ternano.

Come se non bastasse, dopo aver avuto la soddisfazione di vedere azioni e finalizzazioni di qualità, il Presidente Bandecchi ha scelto di fare un ulteriore investimento, per stare accanto ai tifosi rosso-verdi, e risolvere il ricorrente problema dei tifosi con ElevenSport, sempre più spesso incapace di fornire il servizio di videocronaca acquisito.

Stefano Bandecchi, in qualità di Presidente della Ternana Calcio, ma soprattutto del canale Cusano Italia Tv ha offerto, alla Lega Pro, una cifra di tutto rispetto per poter acquistare i diritti televisivi delle partite della Ternana Calcio, siano esse in casa od in trasferta.


regalo per te

Nel caso in cui la Lega Pro cedesse alle avances del Patròn della Ternana Calcio, i tifosi delle Fere potrebbero vedere, finalmente, la loro Ternana giocare questo campionato di serie C, semplicemente collegandosi al canale 264 del digitale terrestre, alias Cusano Italia TV.

L’Imprenditore e gli altri (Foto di www,i.ytimg.com)

Personalmente, dopo aver guardato svariate volte il canale 264, soprattutto il lunedì sera, nell’appuntamento con “L’imprenditore e gli altri“, posso affermare senza paura di smentita, che i programmi ed il modo di fare tv della Cusano Italia Tv, merita un grande elogio per qualità e professionalità e, per tanto, mi aspetto un qualcosa di notevole, relativamente ad un eventuale impegno nel mondo del calcio professionistico.

Ci tengo enormemente a sottolineare il fatto che, in questo mercato incomprensibile delle frequenze televisive, la piccola provincia di Terni, che io sappia, ha perso praticamente tutte le televisioni locali, appannaggio di imprenditori del Nord Umbria, eccezion fatta per TeleGalileo, ultimo baluardo rossoverde.

Un’eventuale entrata di Cusano Italia Tv, nell’ambito televisivo calcistico ternano, sarebbe un immensa cassa di risonanza per tutto il territorio e, soprattutto, per tutte quelle professionalità che, siano esse aziende o singole partite iva, consapevoli della loro possibilità di poter fare la differenza, oggi hanno una cache di promuoversi, a livello nazionale, con spot, banner e quant’altro.

Detto questo, io ed “iTerni.it” vuole ringraziare il Presidente Stefano Bandecchi per la sua voglia di essere presente sul territorio ternano; per aver dimostrato, in più occasioni, il suo essersi affezionato a questo territorio e, soprattutto, per l’essersi sentito ternano dentro ed aver fatto del suo meglio per regalarci input che ci dessero slancio e voglia di rialzarci, ancora!


Massimo Santafè

Adoro sognare... cerco di vivere la mia vita sognando... tento di fare della mia vita un bel sogno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cookie Policy - Privacy Policy - Disclaimer

iTerni.it
Cod. Fiscale: SNTMSM73B27H501E

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.