Stadio Libero Liberati (Foto della pagina FB Hic Svnt Ferae)

Ternana e Mille925: la passione per lo sport e non solo, in attesa della Reggina.

Dopo diverso tempo che non propongo aggiornamenti sulla Ternana Calcio, con i tempi reattivi che questo argomento richiederebbe, ho scelto di racchiudere in un solo articolo tutto quello che i miei occhi di tifoso hanno visto in questo mio periodo di “silenzio stampa”.

Guardare, con occhi appassionati ed il cuore palpitante, quei ragazzi in divisa rosso verde: correre, sbagliare, correre più forte per rimediare e non arrendersi fino alla fine, è diventato il mio “life motive” della domenica, che sia all’interno del Liberati o davanti ad Eleven Sport.

La differenza che trovo nelle Fere, al termine di questa mia assenza dalla categoria “Ternana News”, è data dal cambiamento radicale di questa squadra, in due aspetti fondamentali del concepire ogni sfida: si tira di più in porta, finalizzando di più, e si fa tutto il possibile per non prendere gol.

Devo dire che erano e sono due aspetti fondamentali nella mentalità che questa Ternana doveva e deve avere, per potersi concedere ogni “chance” possibile di realizzare il sogno della promozione, ma detto questo, dobbiamo ammettere che l’andamento della stagione 2019/20, per le Fere, non è solo rose e fiori.

La squadra c’è, a volte pecca d’ingenuità ed a volte subisce un calendario che, con la Coppa Italia ed i tanti chilometri da percorrere, mette a dura prova le qualità fisiche di questi ragazzi che, oggettivamente, si mettono in gioco sempre e comunque.


regalo per te

L’infermeria è un capitolo che preferisco saltare “a piedi pari”, perchè di “tegole” ce ne sono cadute numerose addosso, ma, proprio per questo, bisogna render merito a questa squadra che, nonostante le regolari assenze di rilievo, ha trovato disponibilità e spirito di sacrificio, da ogni giocatore della rosa.

Daniele Vantaggiato (Foto di Ternanacalcio.com)

Riscoprire Daniele Vantaggiato come marcatore prolifico dei “rosso verdi”, ritrovare Antony Iannarilli come portiere cinico e determinato a non far passare alcun pallone oltre la sua persona, neanche se tirato dal dischetto, ritrovare Marino Defendi pronto, ad ogni chiamata di Mr. Gallo, a sudare ed impegnarsi fino a sopportare anche i crampi; tutto questo è diventato uno spettacolo sontuoso e potrei dire qualcosa di buono per ogni componente delle fila della Ternana 1925, che quest’anno ci sta facendo sperare e sognare.

Ternana 1925… questa data mi obbliga a fare una piccola deviazione sull’argomento trattato in questo articolo, almeno in parte e per poche righe; questo perché proprio un paio di giorni fa è stata presentata la “Birra Mille925“; più precisamente il 6 Febbraio ultimo scorso, nei locali di Palazzo Spada, è ufficialmente dichiarata la nascita di un prodotto di notevole qualità, partorito dalla collaborazione tra il birrificio Magester di Ferentillo, la birreria “Roba da Malti” di Terni ed il Centro Coordinamento Ternana Club.

Logo Birra Mille925 (Foto dalla pagina FB della “Birra Mille925”)

Partendo dal presupposto che la birra è, almeno secondo la mia opinione, la bevanda ufficiale ed internazionale del tifoso di calcio, la Mille925 è nata con l’intento di promuovere un prodotto artigianale del territorio, legandolo, ovviamente, al mondo dello sport ternano.

Da una dichiarazione rilasciata ad Umbria24, ho saputo che i fautori di questo progetto hanno raccontato: ” Il primo slancio verso questo progetto è stato portato sicuramente dall’amore verso la nostra città e ci siamo fatti travolgere dalla passione. Abbiamo pensato ad una cosa semplice ma capace di unire tutti, ossia i nostri colori, il rosso ed il verde ed, infine, un’altra passione, che nel nostro caso coincide con la professione, fare birra.”

Pensando proprio alle parole dette dai Mastri birrai che hanno prodotto la Mille925, posso riagganciarmi all’argomento principale di questo articolo, perché, in realtà, sono strettamente collegati tra loro, essendo entrambi figli della passione.

Slogan della Birra “Mille925” (Foto dalla pagina FB della “Birra Mille925”)

Le Fere quest’anno stanno giocando con passione ed è proprio la passione di ogni singolo membro della Ternana Calcio che sta facendo appassionare i tifosi di ogni età a questo campionato.

Bisogna ammettere che non siamo ancora lontani dai giorni in cui il Liberati era “stracolmo” di tifosi, di sciarpe e di bandiere, tanto da essere paragonabile alle tifoserie della Serie A, ma la presenza del tifo sta tornando come il dodicesimo uomo sempre presente e questo è un miglioramento per cui va ringraziato anche il Presidente Stefano Bandecchi che ha voluto, in pratica, regalare la possibilità a tutti di venire allo stadio, relegando il costo degli abbonamenti ad un mero prezzo simbolico.

Già ho espresso questo concetto in più di un articolo, ma mi colpisce e mi carica emotivamente vedere il nostro Patròn emozionato, interessato e, soprattutto, tramutato in un tifoso attivo, che parla e si confronta con tutti i tifosi “comuni”, sia allo stadio che, quotidianamente, a mezzo Instagram.

Presidente Stefano Bandecchi (Foto di calcioternano.it)

Domani la Ternana sarà protagonista del “Monday Night Football”, detto all’americana, ma non sarà solo una partita speciale, trasmessa in chiaro sulla tv di Stato, difatti sarà lo scontro diretto con la Reggina che, come ha detto il Presidente Bandecchi, “forse ha da perdere più di noi” e per la quale, una nostra vittoria potrebbe decretare l’inizio della fine.

Sono certo che domani tutti i ragazzi che scenderanno in campo, sapranno rispondere alla chiamata di Mr. Gallo e daranno il massimo per regalare una speranza in più a tutti i tifosi rossoverdi, augurandoci che la terna arbitrale chiamata a supervisionare l’incontro, sappia essere professionale ed all’altezza della situazione, senza commettere quegli errori che, in questo campionato, non ci hanno favorito.

Curva Est Stadio Libero Liberati di Terni (Foto di calcioweb.eu)

Cosa aggiungere? Beh, un “Forza Fere”, che ci sta sempre bene ed un plauso ai 200 tifosi che, ad oggi, hanno acquistato i biglietti per essere, domani sera, in quel di Reggio Calabria!


Massimo Santafè

Adoro sognare... cerco di vivere la mia vita sognando... tento di fare della mia vita un bel sogno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cookie Policy - Privacy Policy - Disclaimer

iTerni.it
Cod. Fiscale: SNTMSM73B27H501E

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.