Ternana vs Brescia… delusione per le Fere!

Deludente inizio di campionato per la Ternana!

Probabilmente errori tattici da rivedere, sicuramente un approccio poco certo delle proprie possibilità, quantomeno da parte della squadra umbra, ma, comunque sia, un modo di affrontare la Serie B errato.

Una mezz’ora scarsa fatta solo di una Ternana, capace di costruire, ma non di finalizzare… primo tra tutti quel tanto decantato Donnarumma, timoroso davanti alla porta.

Prima del rigore concesso ai lombardi, la Ternana si era resa pericolosa in più occasioni, ma non aveva trovato la qualità ed il coraggio di finalizzare.

Per buona parte della gara il bomber della Ternana, Donnarumma, o lo si spera tale, ha giocato più da assist-man che da “uomo-gol”, ma non possiamo penalizzarlo per questa singola prestazione, ovviamente.

Possiamo di certo dire che è stata una Ternana che, dopo il doppio vantaggio della squadra ospite, ha perso il barlume della ragione, giocando con “palle lunghe e pedalare”, quando giocare a terra avrebbe potuto fare la differenza.

cesar Falletti (Foto di Caolcioternano.it)

Prima del doppio vantaggio del Brescia, la Ternana era stata padrona del campo, anche se non aveva capito come tirare in porta, ma, dopo il raddoppio degli ospiti, la squadra rosso-verde, ha perso la bussola senza ritrovarla.

Cosa dire in più? La prima di campionato è andata, non come i 4000 tifosi delle Fere, avrebbero auspicato, soprattutto dopo aver visto la partita con il Bologna, ma questo è solo l’inizio ed anche lo scorso anno non era andata troppo bene…

Personalmente ho visto un Proietti impalpabile, un Donnarumma scialbo, per quanto ci aspettiamo da lui, un Peralta sotto tono ed un Falletti, forse, poco ispirato.

Ho visto, oggettivamente, che la Ternana c’è e che potrebbe tener testa a tutte le compagini a seguire, se quella appena incontrata è realmente la più forte, ma ci vuole una disposizione in campo migliore, una motivazione “da bava alla bocca” sin da subito ed una cinicità che, questa volta, è mancata.

Iannarilli: man of the match, almeno secondo il mio giudizio.

Ora tocca a Mr. Lucarelli ed a tutta la squadra trovare l’orgoglio, ed i giusti meccanismi di gioco, per fare sempre la miglior prestazione, senza darsi alcun obbiettivo, ma cercando solamente il modo migliore per essere “la Ternana”.

La partita finisce così, con uno 0-2 per oil Brescia ed un bel tramonto sul Liberati.

Stadio Libero Liberati (Foto di Massimo Santafè)

Le Pagelle di Corridore:

IANNARILLI: migliore in campo, compie almeno tre interventi miracolosi e limita un parziale già pesante; 7,5

DEFENDI: l’ombra dell’anno scorso: problema di approccio oppure l’età avanza e la categoria superiore fa il resto? 5

BOBEN: primo tempo disastroso, secondo tempo bene: di certo complessivamente una prestazione insufficiente; 5

KONTEK: partecipa nel primo tempo alla “barca” della difesa, mancano le sue proposizioni in avanti; 5,5

SALZANO: soffre gli esterni offensivi lombardi ed in avanti non è mai incisivo; 5

PROIETTI: lotta in mezzo al campo in costante inferiorità numerica: in alcuni casi sembra aver paura nel fare le giocate che sono nel suo DNA; 5,5

AGAZZI: si vede che ha fatto la categoria, lotta, imposta e in un paio di occasioni riesce a mettere gli attaccanti in posizione favorevole; 6

PERALTA: si spegne dopo il mancato goal di Donnarumma: sinceramente non comprendo il suo velo poteva tirare da posizione estremamente favorevole; 5,5

FALLETTI: lotta, costruisce, attacca di certo dopo IANNA il migliore in campo; 7

FURLAN: poco incisivo sebbene propositivo e in qualche occasione pericoloso: uno dei pochi a salvarsi; 6

DONNARUMMA: sulla palla goal, a mio parere viene preso di sorpresa dal velo di Peralta: in ogni caso lotta sgomita ma divora un goal e non è mai pericoloso; 5

PETTINARI: il suo ingresso vivacizza la partita specie quando svaria sugli esterni; 6

PALUMBO: ha il merito di cercare la porta con due tiri: di cui uno sfiora la realizzazione; 6

MAZZOCCHI: si impegna, corre, sgomita ma non è mai pericoloso; 5,5

GHIRINGHELLI: non incide, non si propone sulla fascia con continuità e nei due tre cross che effettua non è mai preciso e pericoloso; 5

PAGHERA: vivacizza la partita con il suo dinamismo; 6

LUCARELLI: dopo un’ora rinnega il suo 4/2/3/1 e opta per un 4/3/1/2 senza che le cose cambino; la perplessità e’ una: scende in campo con la stessa difesa della serie C con in meno Mammarella; qualche riflessione va fatta; di stima 6


Massimo Santafè

Adoro sognare... cerco di vivere la mia vita sognando... tento di fare della mia vita un bel sogno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cookie Policy - Privacy Policy - Disclaimer

iTerni.it
Cod. Fiscale: SNTMSM73B27H501E

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.