Terzo KO… manca qualcosa, oltre al tifo organizzato, per le Fere.

La parola d’ordine di questo periodo, sembra essere inevitabilmente “confusione“: confusione tra i tifosi che si dividono tra chi difende ad oltranza le prestazioni deludenti della Ternana e chi non ha timori nel “puntare il dito” contro i presunti autori di una vera e propria disfatta.

Le scelte fatte da Lucarelli, sia riguardo ai titolari messi in campo, sia relativamente alla disposizione della squadra ed i cambi fatti, sono oggettivamente opinabili, ma sappiamo bene che, se si parla di calcio, a Terni, siamo tutti un po’ Mourinho.

Sta di fatto che, dopo la terza giornata del Campionato di B 2021-22, la Ternana di Lucarelli ha messo in cassaforte ben zero punti e le perplessità su come questo sia possibile, dilagano come olio caduto in terra.

Le gambe dei giocatori rosso-verdi sembrano sempre più pesanti di quelle degli avversari, i passaggi appaiono “telefonatissimi” e, spesso, la tattica “palla lunga e pedalare” non appare proprio faccia al caso nostro.

Come se tutto questo non fosse sufficiente, Falletti non è libero di inventare quelle sue giocate geniali che, spesso, hanno dato vita ad azioni memorabili, magari ispirando anche Donnarumma.

Non avendo fatto corsi a Coverciano, non mi espongo dando suggerimenti a quel Mister che ci ha riportato in B, guidando splendidamente un carro armato pesantissimo fino alla meta, ma c’è oggettivamente qualcosa che non va e, credo, che stia sfuggendo a tutti quanti, addetti ai lavori e non.

Sono certo che, trovata la giusta ricetta, questa squadra potrà farci vivere emozioni grandiose, ma le giornate si susseguono velocemente e gli incontri che ci aspettano, sembrano essere sempre più pesanti e complessi da affrontare.

Rimpiangendo un po’ Diakité “Senior”, personalmente spero in Capuano, senza nulla togliere all’impegno profuso da chi ha difeso fin ora la porta di Iannarillli, ma, soprattutto, mi auguro che la preparazione atletica sostenuta ed il lavoro infrasettimanale, porti presto i suoi frutti.

Un appello sincero voglio farlo alla tifoseria organizzata, assente per scelta: “Trovare un modo differente per esprimere il proprio dissenso, credo sia di primaria importanza, così come lo è tornare sugli spalti a sostenere la Ternana”.

Curva Ovest Liberati (Foto di Sestaporta.news)

Le Fere hanno bisogno del sostegno della città, anche perchè è stato immensamente deprimente sentire seicento pisani inneggiare la formazione ospite per 90 minuti, totalmente incontrastati.

Cos’altro resta da dire? Nulla, se non un roboante “Forza Fere” e buon lavoro.

Le Pagelle di Corridore:

IANNARILLI: subisce quattro goal da incolpevole, due parate miracolose, uno dei migliori; 6,5

GHIRINGHELLI: copre in modo adeguato ma non si vede mai in fase offensiva e compie qualche errore in appoggio; 5,5

BOBEN: unico difensore che merita la sufficienza: nessun errore eclatante; 6

SORENSEN: imbarazzante, lento, poco reattivo; 4

MARTELLA: sua la responsabilità del primo goal in quanto si trovava sul palo di sinistra, qualche buon traversone, ancora a corto di condizione; 5

PALUMBO: lotta, corre ma è impreciso ed affonda insieme alla squadra; 5,5

SALZANO: gravissimo errore che regala la partita sull’1-2 al Pisa, per il resto non demerita e guadagna il calcio di rigore; 4,5

MAZZOCCHI: in apertura calcia piano su uno splendido cross di Martella, lotta, sgomita, qualche spunto positivo ma poi nella ripresa scompare nella nebbia rossoverde; 5

FALLETTI: finché è in campo si fa notare per spunti ed azioni importanti, sfiora il goal calciando di poco a lato dopo dei buoni dribbling; 6,5

FURLAN: parte molto bene e in ogni caso è tra i pochi a meritare la sufficienza; 6

DONARUMMA: realizza su rigore, ma per il resto è deludente con un paio di passaggi sbagliati in modo grossolano; 5,5;

PAGHERA: come sempre entra e lotta ma non incide mai; 5,5

PARTIPILO: un buono spunto appena entrato ma oramai la squadra stava affondando; 6

PETTINARI: non incide per nulla, deludente il suo apporto; 5

CELLI: entra a rafforzare la difesa sull’1-3 e consente il goal dell’1-4 quando Lucca gli gira intorno fino a superarlo in modo imbarazzante; 4,5

PERALTA: entra a partita compromessa e nulla può; SV

LUCARELLI: partecipa alla confusione della squadra inserendo Mazzocchi da esterno nella linea dei tre e poi con dei cambi poco opportuni decidendo di non rischiare i due nuovi giovani centrocampisti in una partita in cui la nostra linea mediana era in difficoltà; non avrei sostituito Falletti e non si comprende l’ingresso di CELLI sull’1-3; 5


Massimo Santafè

Adoro sognare... cerco di vivere la mia vita sognando... tento di fare della mia vita un bel sogno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cookie Policy - Privacy Policy - Disclaimer

iTerni.it
Cod. Fiscale: SNTMSM73B27H501E

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.